Si chiama EUREKA (European Urban REgenerators Knowledge Alliance) il progetto Erasmus Plus Alleanze per la Conoscenza per la rigenerazione degli spazi urbani. Il progetto è l’allargamento in chiave europea del Master U-Rise “Rigenerazione Urbana e Innovazione Sociale”.  

EUREKA, presentato a Bruxelles dall’Università Iuav di Venezia come capofila, è stato selezionato tra 216 candidature da tutta Europa ottenendo un finanziamento di 997.805,00 euro. L’Università Iuav si troverà a guidare un partenariato composto da 4 università europee (oltre allo Iuav, la University of Deusto, la West University of Timisoara e l’ AmsterdaUniversity of Applied Sciences) e ben 32 soggetti di 9 differenti Paesi, tra cui Trans Europe Halles, la rete europea di centri culturali (con base a Stoccolma), l’Agenzia Lama che gestisci gli spazi della Manifattura Tabacchi a Firenze, l’ Espacio Open di Bilbao e il centro culturale P60 di Amstelveen nei Paesi Bassi. 

Come affermato da Adriano Cancellieri, coordinatore del Master U-Rise “il Master è da anni impegnato nella sfida di formare una figura di rigeneratore urbano realmente capace di aiutare le comunità locali, partendo dall’ascolto degli abitanti e dalla graduale conoscenza dei contesti; il nostro obiettivo è quello di aiutare a costruire percorsi di rigenerazione che abbiano reale impatto sociale e che permettano di ridare nuova vita agli spazi abbandonati e in crescente difficoltà delle nostre città. L’esperienza di U-Rise è partita cinque anni fa e in questo periodo abbiamo coinvolto come docenti i settori più innovativi dell’università e delle istituzioni locali, nazionali e internazionali e i practitioner protagonisti delle principali esperienze di rigenerazione urbana in Italia; dopo cinque anni abbiamo voluto capitalizzare il lavoro allargando la sfida alla scena europea per confrontarci con altri contesti nazionali e per co-progettare, insieme ad alcune delle realtà più innovative d’Europa sul tema della produzione culturale dal basso e della creazione di nuovo welfare partecipato, un curriculum interdisciplinare ancora più ricco e capace di formare le competenze più utili a gestire le realtà urbane sempre più complesse ed incerte.